tratto da “PEDALO DUNQUE SONO” (antologia) – di Mirco Corato, ACROBAZIE ED EVOLUZIONI DELLA MENTE IN BICI

Di |2021-01-26T15:41:57+01:00Gennaio 24th, 2021|Letteratura Sportiva, Senza categoria|

[…] Il ciclista potrebbe [così] traghettarci da una concezione della mobilità intesa come terreno di scontro tra pubblico e privato a una mobilità pensata, vissuta [...]

Commenti disabilitati su tratto da “PEDALO DUNQUE SONO” (antologia) – di Mirco Corato, ACROBAZIE ED EVOLUZIONI DELLA MENTE IN BICI

tratto da “HAI VOLUTO LA BICICLETTA – Il piacere della fatica” (antologia) – di Alfredo Oriani (1852-1902), LA BICICLETTA

Di |2021-01-26T15:42:18+01:00Gennaio 24th, 2021|Letteratura Sportiva, Senza categoria|

[…] Il piacere della bicicletta e quello stesso della libertà, forse è meglio di una liberazione. Andarsene ovunque, ad ogni momento, arrestandosi alla prima velleità [...]

Commenti disabilitati su tratto da “HAI VOLUTO LA BICICLETTA – Il piacere della fatica” (antologia) – di Alfredo Oriani (1852-1902), LA BICICLETTA
Torna in cima