“Dove vai? “Chiede la moglie al ciclista “porto a spasso il bambino che è in me “risponde lui, con la mano già sull’affusto carico di bagagli. Altan accolto dall’inizio, con una vignetta, il senso di questo viaggio Trieste Istanbul. Non l’impresa, per carità. La grande diagonale del Bosforo e alla portata di chiunque sia sano di corpo e di mente. Il senso vero e stato l’immenso infantile primordiale divertimento appunto un divertimento tale che chi scrive è riuscito perfino a partire malato ed arrivare sano virgola e con un chilo in più. È difficile che una cosa simile si ripeta. La storia di tre diversissimi, Uniti dallo stesso filo rosso ed ha la stessa idea dell’andare punto il viaggio lento come goduria liberatorie totale. […]