(…) Il sole si avvicinava all’occidente in una porpora infuocata che incendia il mare. È uno spettacolo meraviglioso.
Un artista puro, conquiso, sarebbe trascinato alla contemplazione e all’estasi. Io artista inquinato dallo spirito positivo del secolo, mentre ammiro, traggo da tanta bellezza ispirazioni e suggerimenti pratici.

Perciò scrivo.

Scrivo per voi, ciclisti, che del tourismo serio, che dà nervo al pensiero, perlomeno quanto ai muscoli, avete fatta un’abitudine, e troverete perciò, nel mio, un riflesso del vostro pensiero.

Scrivo per voi, neofiti, che una vigorosa spinta aiuterà a prendere la buona via.

Scrivo anche per voi, o ciclofobi di diverso grado anche se consiglieri e sindaci: le mie parole vi faranno inarcare le ciglia vi troverete qui in un mondo morale per voi nuovo è un incomprensibile, ma chissà mai, che questa possa essere punzecchiatura che sgonfi il pneumatico dei vostri pregiudizi?